In una cornice comune sono i promotori locali a decidere le modalità e i tempi per la realizzazione della campagna nel proprio territorio. Di seguito vengono suggerite alcune iniziative di differente complessità organizzativa. I promotori locali possono inoltre sviluppare le proprie attività in autonomia.

  • Impronte di civiltà. I bambini delle scuole disegnano tante orme colorate per simboleggiare i pedoni e danno vita ad un’installazione in una piazza con la partecipazione di rappresentanti delle istituzioni, sindacati pensionati e delle associazioni interessate. Guarda un esempio
  • Post-it per la sicurezza stradale. Sugli specchietti retrovisori delle auto e delle moto in sosta viene attaccato il post-it della campagna, con la scritta “Siamo tutti pedoni, ricordali quando guidi!”, un modo diretto ed efficace per ricorcare ai conducenti che i pedoni non sono “altri”, ma che lo siamo tutti a turno. Rispattarli vuol dire rispettare se stessi.

L’efficacia comunicativa degli eventi potrà essere massimizzata valorizzandoli sui media locali con una mirata attività di ufficio stampa.

Copyright © 2017 Siamo tutti pedoni - Campagna per la sicurezza dei pedoni e degli utenti deboli della strada. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.